ANTIQUARIATO

DAL 15 AL 19 MAGGIO

CASTIGLIA

La Mostra nazionale dell’Antiquariato di Saluzzo riparte dall’edizione numero 42. Una nuova e affascinante location, il Castello dei Marchesi, la collina e il Monviso a fare da sfondo.

Qualità senza tempo, per una Saluzzo che sa riconfermarsi Capitale. La Mostra Nazionale dell’Antiquariato, da oltre 40 anni, è un contenitore di eleganza in grado di essere riconosciuto a livello italiano. Il gusto e la definizione di “bellezza” cambiano negli anni, ma Saluzzo resta una nicchia dove la tradizione ha radici che affondano nel secolo scorso e l’attenzione all’arte antica non è mai venuta meno. Un evento nel passato visitato da Ministri e Capi di Stato, o ancora da storici dell’Arte quali il Prof. Vittorio Sgarbi, Nicosetta Roio, Alberto Cottino, Arabella Cifani, Emilio Negro. Qual’è la ricetta, per una mostra di Antiquariato, per guardare al futuro? Riuscire sempre a cambiare pelle. Succede anche in questa edizione. A partire dalla location: un nuovo spazio, ricco di fascino e storia, accoglie l’allestimento. La Mostra esce dalle sale della Fondazione Amleto Bertoni per entrare nelle suggestive stanze del castello dei Marchesi di Saluzzo, un luogo adatto a ospitare gli antiquari e il loro pezzi pregiati, ma anche un pubblico attento, curioso e, soprattutto, avvezzo ad arte e bellezza.

L’edizione 2019 è arricchita da una serie di eventi collaterali. Tra questi la presentazione, a cura del Prof. Piccat e del FAI Saluzzo, del pittore fiammingo Hans Clemer, detto Maestro d’Elva (Fiandre, ante 1480 – Piemonte, post 1512), che è stato attivo in Piemonte nella zona di Saluzzo. Fu esponente della pittura gotico-fiamminga.

 

INAUGURAZIONE
15 MAGGIO ORE 18.00

Giovedì, venerdì, sabato, domenica 10,30 – 20,00