MOSTRA DI ARTE CONTEMPORANEA

IL LABIRINTO DEI SIMBOLI

DAL 26 APRILE AL 5 MAGGIO

CASTIGLIA

Saluzzo Arte è la manifestazione che apre il Progetto Start e, nel segno dell’innovazione che contamina l’intero evento, propone opere d’arte figurativa, sculture e creatività di artisti italiani negli spazi della Castiglia. La manifestazione si rivolge a un pubblico variegato, offrendo uno spaccato di arte contemporanea nelle sue diverse espressioni. Questa nuova edizione – curata da Togaci Gaudiano e coordinata da Paolo Infossi – seguirà il filo rosso del Carattere.

Il simbolo del labirinto è un segno, un percorso che conduce inevitabilmente dall’esterno al suo centro e viceversa. Un simbolo dalle origini difficilmente collocabili nel tempo.
Il labirinto rappresenta anche un viaggio oltre il limite, la ricerca dell’infinito, verso una dimensione ancora da esplorare. Un percorso interiore, misterioso ed affascinante perché sottintende un chiaro riferimento al cammino di ritorno. Chi lo percorre può raggiungere il centro. Non c’è altra scelta, avanzare o tornare indietro. Il mito racconta che Teseo riuscì a tornare indietro soltanto grazie al filo di Arianna. Ma, il filo non rappresentava esclusivamente il semplice mezzo di conduzione, ma anche una linea di condotta: indicando un metodo, l’attenzione e la continuità.
Da questo punto di vista, il labirinto è la via interiore che bisogna trovare e percorrere fino alla fine. È il filo mentale che crea legami e traccia i confini del nostro spazio esistenziale. Un filo che esprime dunque la volontà razionale: solo adottando e rimanendo fedele ad un metodo si può arrivare al centro e tornare indietro, trasformati ed iniziati ad una vita diversa.
Il dedalo e il labirinto sono dentro di noi e possono trovare una corrispondenza anche nei sogni, dove si incrociano elementi prevedibili e imprevedibili. Essi rappresentano la complessità del mondo, il bene e il male, la vita e la morte, la perdizione e la redenzione; ma sottintendono anche la solitudine, angosce e paure, misteri occulti e segreti gelosamente custoditi.
Il tema del labirinto è stato ripreso più volte nel mondo dell’arte, dalla letteratura alle arti grafiche, come dai molteplici esempi nel cinema, sfruttando di volta in volta le più svariate metafore evocate dall’immagine del labirinto. Un percorso simbolico, che nasce da una suggestiva allusione agli spazi espositivi della Castiglia dove, attraverso le varie sale, il percorso termina ricongiungendosi al suo inizio. Proprio l’arte si mostra, infatti, come un luogo privilegiato in cui convergono anche tutte le nuove tendenze per rinnovare la discussione con gli ideali canoni dell’arte, contribuendo nello stesso tempo a ridefinire la figura dell’artista.

 

INAUGURAZIONE
26 APRILE ORE 17.30

Dal lunedì al sabato 10,00 – 13,00 / 14,00 – 18,00
Domenica e festività del 1° maggio 10,00 – 13,00 / 14,00 – 19,00

ARTISTI

Capella Pablo Mesa Artista
JINS © Artista
Toscano Roberta Artista
Strora Mirela Artista
Vacchino Luj Artista
Berardi Giuseppe Artista
Faieta Silvia Artista
Pantano Sabrina Artista
Taglia Nicolò Artista
Riva Armando Artista
Beccaria Silvia Artista
Chen Li Artista
Ninni Livio Artista
Fara Alessandro Artista
Ullucci Flavio Artista
Campana Claudio Artista
Liuzzi Michele Artista
IDEM Studio Artista
Sciacoviello Leardo Artista